COVD-19, Pandemia, Vaccini? Inganno per pecore belanti a bocca aperta

Covid-19, Pandemia, vaccini e varianti: inganno politico, scientifico, mediatico. Parliamo di disinformazione oscurantista di memoria medioevale per gregge di pecore belanti a bocca aperta. Tre inganni su Vaccini, cause Pandemia, Green Pass.

E’ noto che per realizzare un vaccino sicuro, occorrono dai cinque agli otto anni. Gli attuali vaccini, essendo sperimentali, vanno ripetuti ogni sette, otto mesi e possono causare effetti collaterali immediati, talora gravi, difficoltà respiratorie, affanni, stanchezza, fino alla morte, pertanto chi si vaccina alla cieca lo fa a proprio rischio e addirittura firmando il personale consenso al rischio.

Va precisato subito e in primis che non c’entra nulla l’Atra Zeneca o il Pfizer o altri vaccini. Il problema non è il vaccino, (pur se sperimentale) ma la faciloneria con cui è somministrato. Bisogna stare molto, molto attenti

Dov’è l’inganno? Sono tre. Il primo sta nell’importantissimo fatto (sottaciuto da media e politica) che le attuali vaccinazioni anti Covid, non sono veri e propri vaccini, bensì dei SIERI GENICI, i quali, essendo soggetti a varianti, possono generare reazioni fisiche contenute o violente e decessi in soggetti naturalmente immuni o da contatto. Pertanto, per non rischiare, prima di farsi iniettare un vaccino (sperimentale) bisognerebbe eseguire assolutamente “l’esame sierologico quantitativo” per essere certi di non avere anticorpi e solo in tal caso farsi iniettare il vaccino abbastanza tranquillamente.

Se dall’esame risulta che hai hai anticorpi, non devi vaccinarti. Puoi averli naturalmente (innato-ereditario) oppure acquisiti da contatto con il virus in modo asintomatico. In questo caso non devi farti assolutamente iniettare il vaccino per non subire il fenomeno ADE. Tutto ciò l’avrebbe sostenuto il primario professor Fabrizio Salvucci Chirurgo Cardiologo, Direttore Sanitario Ticinello Cardiovascular & Metabolic, presidente ASD Athletic Pavia e di Ruzira ONLUS.

Che cos’è il fenomeno ADE? Sembra che si tratti di un’amplificazione infiammatoria della risposta derivata dagli anticorpi. Sarebbe dovuta agli anticorpi aumentati in maniera esponenziale. Succederebbe quando si ha riproduzione di anticorpi su un substrato che gli anticorpi li ha già. In sintesi, se uno ha fatto il Covid, anche accorgendosene, ma soprattutto i famosi asintomatici, la situazione determina una pericolosa amplificazione della risposta anti-corpale, il fenomeno ADE. Per questo professori, come Maga (Pavia), Galli (Sacco di Milano) e molti altri, stanno consigliando di fare prima del cosiddetto vaccino l’esame sierologico.

Covid e ironia

Tradotto semplicemente, significa che se hai gli anticorpi, non devi farti vaccinare, altrimenti rischi di avere reazioni violente fino a poter morire d’infarto-embolia-trombosi.

Chi nega queste verità scientifiche per interessi reconditi, o peggio per partito preso, ho, peggio ancora, parla per sentito dire e quindi a vanvera, mostra stupidità e ignoranza di gregge, pertanto non farsi iniettare il vaccino alla cieca prima dell’esame sierologico quantitativo, è una scelta obbligatoria oltre che intelligente!

L’esito dell’esame sierologico quantitativo, i dosaggi immunologici, i particolari valori delle immunoglobine vanno scrupolosamente valutati dal medico.

Ai lavoratori che seguono questa prassi, il professor Salvucci invita a rispondere ai datori di lavoro e a quanti li accusano di non aver fatto il vaccino in questo modo: Non faccio il vaccino perché mi è stato disposto dal mio medico”. “Non ne ero consapevole perché asintomatico, ma sono stato già contagiato o soltanto venuto a contatto con il Sars-Cov 2”. “Ho nel sangue gli anticorpi specifici prodotti dal Covid 19”. “Se m’iniettano il vaccino, posso avere reazioni violente fino a morire d’infarto o embolia”. In compendio: tutti i vaccini provocano reazioni, bisogna solo stare molto attenti di non avere già gli anticorpi attraverso i detti esami sierologici per evitare il pericoloso effetto ADE.

Terrorismo psicologoco mediatico e crollo difese immunitarie

Secondo inganno prodotto da e per pecore belanti a bocca aperta, sta nel fatto che non solo nei media non si raccontano le cause della pandemia, ma si semina (con fiumi chiacchiere e pareri talora privi di costrutto) quel TERRORE che può indebolisce le difese immunitarie del “gregge”, celando che nei secoli ogni pandemia è nata per ignoranze igieniche e alimentari. Ignoranze su terribili pestilenze molto comprensibili nei secoli bui passati, quando non si sapeva, ad esempio, che la causa delle Pesti fossero i ratti e l’ignoranza su pratiche igieniche imprescindibili per evitare ogni sorta di pandemia.

Oggi no. Oggi c’è tanta luce scientifica. Oggi non siamo più nel Medioevo. Oggi le cause dell’attuale pandemia si conoscono molto bene e si potevano evitare se non si fossero ignorate non insegnandole a iniziare dalle scuole. Essendo questo altro discorso e per brevità giornalistica facciamo un solo esempio ricordando ciò che accade sovente nei mezzi pubblici per il trasporto giornaliero di lavoratori e studenti stipati all’inverosimile con inevitabili trasmissioni di virus e batteri.

Oggi chi sono i “Ratti” pestiferi della pandemia? Sono l’IGNORANZA di gregge delle accortezze igieniche. Le stesse imposte dall’odierna pandemia. Ieri chi le osservava intelligentemente era deriso. Era tacciato di esagerazione patologica, a iniziare della stretta di mano e dal maneggio di banconote e monete colme di virulenze. Pertanto per evitare o meglio, sconfiggere ogni pandemia di origine antigienica bisognerebbe iniziare a insegnare l’igiene nelle scuole e disporle in ogni luogo di lavoro, pubblico ambiente e mezzi di trasporto. Ben venga, quindi, l’uso delle più igieniche carte di credito e di debito.

Similmente dicasi per i virus generati da alimenti. Significa che se violenti la Natura inquinando e alimentandoti con cibo spazzatura, tossico, virulento (carni, scatolami, salumi e ogni prodotto industriale) apri la porta del tuo sistema immunitario a ogni virus assassino e malanni.

In compendio, (fuor di chiacchiere mediatiche) UNICO VACCINO SICURO sta nell’assoluta osservanza e attuazione di conoscenze igieniche e alimentari in ogni ambito sociale. Ma no, di questo i soloni della scienza, la politica e i media non ne parlano! Macché!

Terzo e ultimo importante inganno per pecore belanti a bocca aperta è che il Green Pass (pass o certificazione verde) non è obbligatorio! Anche di questo nelle chiacchiere politiche e mediatiche non c’è traccia! In esse si cela che il detto Green Pass è solo su richiesta del singolo cittadino, come recita il Decreto Legge del 23 aprile 2021 dove non c’è alcuna menzione di obbligatorietà.

Al riguardo: https://www.imparziale.com/2020/04/09/coronavirus-assassino-la-natura-puo-se-violentata-perde-ogni-potere/

E: https://www.imparziale.com/2014/05/27/di-carne-si-muore-ma-le-istituzioni-insabbiano-la-verita-prevalgono-gli-interessi-delle-lobby-sul-diritto-dei-cittadini-di-sapere/

Salvatore Cuozzo Ciaravolo

 

 

 

Lascio un commento