Aula Magna “Antonio Bava”. “De Bottis”: La notte Nazionale del Liceo

Nell’Aula Magna “Antonio Bava” del Liceo Classico “De Bottis” di Torre del Greco, ne “La Notte nazionale del Liceo Classico”, sono stati festeggiati i novanta anni dello storico Istituto con il coinvolgimento di oltre 400 scuole in tutta Italia e gran parte della cittadinanza torrese e oltre. E’ stato altresì presentato il programma “ieri, oggi e domani” e onorato lo storico e amato preside Antonio Bava.

Il preside Antonio Bava in udienza da Papa Giovanni Paolo II

Nella “Notte Nazionale dei Licei Classici”, l’Istituto “Gaetano De Bottis” di Torre del Greco ha festeggiato, per il quarto anno consecutivo, il novantesimo compleanno della sua fondazione e commemorato lo storico e compianto preside Antonio Bava, un modello professionale e umano del corpo docente e dei suoi ex alunni, che seppe rendere il liceo, una vera e grande famiglia e raccogliendo molteplici successi durante i tantissimi anni di onorata presidenza.

Alla presenza di docenti e studenti di oltre 400 licei giunti da tutta l’Italia, la cerimonia si è (come detto) tenuta nell’Aula Magna del liceo, che fu dedicata affettuosamente da parte di tutto l’istituto alla triste scomparsa del compianto e storico preside Antonio Bava e che durante l’anno scolastico ospita congressi, convegni su rilevanti temi culturali e scientifici.

Il preside Antonio Bava in Quirinale accanto al presidente Sandro Pertini

L’evento svoltosi il 17 gennaio, è stato condotto dalla dirigente scolastica Letizia Spagnuolo ricordando i momenti più rilevanti della scuola, presentando il programma della manifestazione “ieri, oggi e domani” e l’Annuario (il primo e del 1947) realizzato da docenti che racconta l’intera storia del De Bottis. Tale appuntamento, informa la docente Maria Romano, da quest’anno diventerà stabile allo scopo di rivivere gli avvenimenti annuali del liceo per una scuola raccontata dalle persone che vi agiscono. “Proprio per questo – aggiunge la docente Spagnuolo –  percorreremo la storia del nostro istituto avvalendoci delle testimonianza di ex alunni, insegnanti, presidi e dirigenti scolastici. Il primo Annuario risale al 1947.

Il preside Antonio Bava consegna al Papa un dono del liceo De Bottis

Al riguardo la docente Spagnuolo richiama alla mente il preside Antonio Bava che definendolo amorevolmente mitico attesta: “Lo ricordiamo tutti con affetto immenso per le sue ampie facoltà didattiche e umane”. Difatti – rileva la stessa Spagnuolo – nell’Annuario risaltano delle foto storiche che ritraggono il preside Bava accanto al capo dello Stato Sandro Pertini in occasione della consegna all’istituto del premio promosso “Nel secondo Millennio della morte di Virgilio” svoltosi al Quirinale, e la foto dell’udienza con sua Santità Papa Giovanni Paolo II e quella della consegna di un dono allo stesso Papa.

Nella foto del Quirinale il preside Antonio Bava in occasione del Concorso Nazionale del Liceo De Bottis sul tema “Fortuna di Virgilio” riceve il Primo premio dal presidente Sandro Pertini per il volume del liceo pubblicato “Nel Bimillenario della morte di Virgilio” edito dall’Accademia Nazionale Virgiliana di Scienze, Lettere e Arti con l’onore per l’elogio del latinista Ettore Paratore. Premio mobilità.

Targa in ricordo del preside professor Antonio Bava e della traccia indelebile per le sue ineguagliabili doti di equilibrio, passione e competenza: gli ex alunni del Liceo “Gaetano De Bottis” 9 giugno 2001

Salvatore Cuozzo Ciaravolo

 

 

 

Lascio un commento