Riparte Astradoc – Viaggio nel cinema del reale con Gimme Danger

Riparte Astradoc – Viaggio nel cinema del reale con Gimme Danger di Jim Jarmusch (Usa 2016 – 108′) mercoledì 6 dicembre 2017 ore 20.30, Cinema Astra – via Mezzocannone, 109 – Napoli

Mercoledì 6 dicembre ore 20.30 sarà proiettato “Gimme Danger” di Jim Jarmusch ad “Astradoc – Viaggio nel cinema del reale” rassegna cinematografica a cura Arci Movie Napoli, Parallelo 41 Produzioni, Coinor e Università degli Studi di Napoli Federico II. Si tratta del commovente docu-film di Jim Jarmusch, che dopo l’anteprima al Festival di Cannes 2016 arriva Napoli.

Dedicato a una delle più grandi band rock ’n’ roll di tutti i tempi, GIMME DANGER mostra gli anni della nascita di The Stooges, approfondendone gli aspetti musicali, culturali, politici e storici e narrando le avventure e disavventure di Iggy Pop, Ron Asheton, Scott Asheton e Dave Alexander (e poi di Steve Mackay al sassofono), le loro ispirazioni, la sfida commerciale rappresentata dalla loro musica, ma anche la straordinaria eredità che hanno lasciato alle band che sono venute dopo di loro. Il film, che unisce spezzoni di cartoni animati d’epoca, interviste, immagini di repertorio e interviste realizzate appositamente, prende il titolo da un brano di Raw Power, l’ultimo album di The Stooges del 1973.

Michigan, giorno di Halloween, 1967. Siamo nel pieno della rivolta giovanile che vede i ragazzi della classe media rifiutare i modelli convenzionali della società e battersi per i diritti civili, quando The Stooges fanno il loro debutto all’Università del Michigan, distinguendosi subito per il carattere oltraggioso e provocatorio dei loro show, dove performance e improvvisazioni sconvolgono la platea. Nei mesi del rifiuto dell’autoritarismo e del conservatorismo spesso violento della cultura tradizionale, The Stooges rappresentano il pericolo e la rottura degli schemi, come raccontano nel film Iggy Pop e soci narrando le loro posizioni politiche, l’ascesa, la caduta, l’abisso delle droghe, le follie sul palcoscenico (con Iggy Pop, antesignano dello stage diving, a lanciarsi in mezzo ai fan).

Spiega Jarmusch: “Nessun’altra band della storia del rock ‘n’ roll può competere con la combinazione di pulsazioni primordiali, la psichedelia pungente, il blues-a-billy grind, completati da testi succinti e tormentati e dal ringhio da leopardo di un front man che incarna in qualche modo Nijinsky, Bruce Lee, Harpo Marx e Arthur Rimbaud. Non ci sono precursori per The Stooges, mentre le band che si sono ispirate a loro sono ormai una legione. GIMME DANGER è più un ‘saggio’ che un documento. È la nostra lettera d’amore per quella che probabilmente è stata la più grande band della storia del rock ‘n’ roll. Racconta la loro storia, le loro influenze e il loro impatto, con filmati e fotografie mai viste prima. Proprio come The Stooges e la loro musica, GIMME DANGER è un film selvaggio, disordinato, emotivo, divertente, primitivo e sofisticato allo stesso tempo. Viva The Stooges!”.

Protagonista assoluto è James Newell Osterberg, alias Iggy Pop, soprannominato l’Iguana. È lui che narra gli esordi alla batteria, suonata nella roulotte in cui è cresciuto, e poi i trascorsi nella band “The Iguanas” –il gruppo con cui ha suonato nella prima metà degli anni Sessanta fino al periodo di The Stooges, dal 1967 al 1974 (la reunion della band con una nuova formazione avverrà solo nel 2003).  Una carriera anarchica fatta di successi e cadute che lo hanno consacrato assieme a The Stooges come punto di riferimento assoluto del punk americano. Dalle sue parole emerge pian piano tutto ciò che ha fatto di The Stooges una band capace di cambiare l’immagine stessa del rock, del cinema, della moda, anche grazie al confronto con Velvet Underground, Nico, John Cale e incontri come quelli con Andy Warhol e naturalmente David Bowie.

JIM JARMUSCH: nato a Akron, Ohio, Jim Jarmusch vive e lavora a New York. Tra i suoi film Permanent Vacation (1980), Stranger than Paradise – Più strano del paradiso (1984), Daunbailò (1986), Mystery Train – Martedì notte a Memphis (1989), Taxisti di notte (1991), Dead Man (1995), Year of the Horse (1997), Ghost Dog – Il codice del samurai (1999), Coffee and Cigarettes (2003), Broken Flowers (2005), The Limits of Control (2009), Solo gli amanti sopravvivono (2013), Paterson (2016), Gimme Danger (2016) e il corto “Int. Trailer. Night” (2002).

Ingresso 3 euro a proiezione | soci Arci 2.5 Euro –

INFO Arci Movie Napoli > 0815967493 | info@arcimovie.it | www.arcimovie.it

PROGRAMMA ANTEPRIME ASTRADOC 2018

Venerdì 15 dicembre

ore 20.30 Un altro me di Claudio Casazza (Italia 2016 – 83′) > In collaborazione con Omovies – Festival del Cinema Omosessuale, Transegender e Questioning promosso da I Ken. > Ospite Carlo Cremona, Direttore di Omovies. Festival dei Popoli di Firenze – Premio del Pubblico “Concorso internazionale” * Il film rientra nella rassegna nazionale “L’Italia che non si vede” a cura di Ucca (Unione dei circoli cinematografici dell’Arci)

Coordinate rassegna: Curatore: Antonio Borrelli. Dove: Cinema Astra, via Mezzocannone, 109 Napoli. Quanto: Ingresso singolo 3 euro | Soci Arci 2.5 euro. INFO:  FB: Astradoc – Viaggio nel Cinema del Reale www.arcimovie.it – info@arcimovie.it 081.5967493

 

 

Lascio un commento